Spalato

Lo sviluppo della navigazione, la costruzione di nuovi collegamenti ferroviari con l'entroterra prima e dopo le due guerre mondiali, e l'industrializzazione, in particolare, sono alla base della prosperità economica di Spalato e dell’aumento della popolazione del luogo. Spalato è il centro amministrativo, finanziario e culturale della Dalmazia. Oltre al settore della costruzione navale, Spalato è famosa per le industrie della lavorazione della plastica, del cemento, l'industria alimentare, ed un florido settore agricolo in espansione. Spalato è un importante porto croato, in termini di traffico passeggeri e merci: è il principale centro dei collegamenti marittimi con i porti sulla costa e sulle isole, ed è il capolinea per i collegamenti ferroviari con l'entroterra, i traghetti operano regolarmente tra Spalato e le isole della Dalmazia centrale, e navigano anche per Ancona in Italia (Ci sono rotte marittime per Pula, Venezia, Dubrovnik e Grecia, oltre alle isole). L'aeroporto di Spalato è situato a Resnik (Kastela).

Spalato ha molte istituzioni e scuole culturali ed educative, come l'Università di Spalato (istituita nel 1974), un teatro, musei, gallerie, enti culturali e, da poco, un istituto delle Nazioni Unite specializzata nella protezione dell'ambiente Mediterraneo (Centro Regionale di Attività).  L’estate a Spalato è un evento culturale, con spettacoli all’aperto, concerti ed eventi lirici, performance musicali (come Melodie della Costa Croata dell’Adriatico e il Festival di Spalato della musica pop). Spalato vanta una varietà di strutture sportive, piscine e pontili per le barche e gli sport acquatici. Sia a livello locale e di transito turismo mostrano una crescita continua. Sono stati costruiti nuovi porti, hotel e strutture turistiche. Le baie della città presentano diverse spiagge pubbliche.

Spalato ha quattro porti: ACI Marina Spalato, nella parte nord-occidentale del porto cittadino; Spinut, molo sulla costa settentrionale della collina di Marjan; Poljud, porto turistico di Poljud e il pontile Zenta sulla costa orientale di Spalato. La parte centrale del porto di fronte alla città Spalato è utilizzata solo per traffico passeggeri e traghetti.

Spalato non è solo il centro di comunicazione urbano, culturale e della Dalmazia, con collegamenti stradali e marittimi a molte località estive, ma è esso stesso una destinazione turistica e escursionistica. Questa città, con i suoi 1700 anni di tradizione e varietà di monumenti archeologici, storici e culturali (tra cui famoso Palazzo di Diocleziano, nella Lista del Patrimonio mondiale dell'UNESCO) occupa una posizione speciale tra le mete turistiche della Croazia, offrendo inoltre il calore e la ricchezza di una moderna città mediterranea. La prima guida dettagliata per la città ei suoi dintorni, pubblicata nel 1894, testimonia la duratura tradizione turistica di Spalato. Se si vuole comprendere il significato storico della città, si deve per prima cosa visitare i musei di Spalato: il Museo dei monumenti archeologici croati (il più importante progetto culturale sulla storia croata, fondato nel 1893 a Knin); il Museo Archeologico (istituito nel 1820, uno dei più antichi in Croazia); il Tesoro della Cattedrale di Spalato, che comprende una preziosa collezione di arte sacra; il Museo Etnografico (fondata nel 1910); il Museo di Storia Marittima; il Museo di Scienze Naturali; la Galleria d'Arte, fondata nel 1931; la collezione del convento francescano in Poljud; la Galleria Mestrovic; e molti altri.

Spalato è un importante centro sportivo (ha ospitato i Giochi del Mediterraneo 1979) e ha molti famosi e popolari club sportive, disponendo numerosi impianti sportivi ricreativi. La gamma di sport comprende quasi tutti i tipi di sport acquatici e altre attività agonistiche, dal calcio, basket, tennis di arrampicata e tiro, sci nautico e al canottaggio.

Il parco della foresta di Marjan merita più che una visita: si tratta di un'oasi verde curato e amato, di cui i cittadini di Spalato sono orgogliosi da generazioni. Il parco ha passeggiate, vari belvedere, solarium, percorsi naturalistici, parchi giochi e lo zoo di Spalato. C'è una meravigliosa vista dalla cima della collina Marjan, da cui ammirare tutta la città. Ci vogliono solo 15 minuti a piedi per raggiungere la collina Marjan dal nucleo storico di Spalato, attraversando il quartiere di Varos. I passi di Marjan, che corrono lungo la cresta della collina, portano a un picco più alto, Telegrin, da dove si gode della vista verso la penisola di Spalato, Kozjak, Mosor, Golfo di Kastela, Salona e Klis, Trogir e Ciovo, e le isole di Solta, Brac, Hvar e Vis. Negli ultimi tempi le scogliere meridionali della collina di Marjan sono diventati un popolare campo di allenamento per gli alpinisti e rocciatori, che si riuniscono qui ogni aprile per competere nel tradizionale Coppa Marjan.

Spalato ha una varietà di ristoranti e taverne che offrono le specialità locali. Ci sono inoltre molte spiagge e baie pubbliche in città e nel territorio circostante, il più popolare è Bacvice, una spiaggia di sabbia quasi nel cuore della città.

La vita culturale di Spalato ha la gamma di intrattenimento estremamente ricca, soprattutto in estate, quando le piazze, i cortili e le altre aree si trasformano in un grande palcoscenico a cielo aperto. D’estate la città è una festa, di tradizione e cultura con opere teatrali e concerti (da metà luglio a metà agosto). Le notti del sabato sono dedicate alla musica classica, ma è anche il centro degli eventi di musica pop, manifestazioni folcloristiche (come la festa popolare Radunica) e molti altri. Altri grandi eventi culturali durante l'anno sono le Giornate di Marulic (in aprile) e il “Libro del Mediterraneo” (in ottobre), gli eventi tradizionali del Giorno della Santa Croce, il “Flower Show”, le feste del vino, il giorno di San Doimo (Duje) che commemora patrono della città (il 7 maggio) e molti altri.

Spalato ha diversi teatri, tra cui il Teatro Nazionale Croato, che è stato istituito nel 1893 e merita una menzione speciale poichè ospita I festival teatrali, gli eventi estivi e le Giornate Marulic. C'è anche il Teatro della Gioventù, e il Teatro dei Burattini di Spalato.

La Marina di Spalato dispone di 500 posti barca e 100 posti a secco, è aperto tutto l'anno.