L’isola di Vis

L’isola di Vis

L'isola di Vis è il posto giusto per chi cerca l’autentico spirito mediterraneo: uno sfondo culturale e storico eccezionale, un mare cristallino, splendide spiagge tranquille, e un sacco di calette e isolette che vi ruberanno il cuore.

Tutta la storia di Vis è collegata alla pesca e alla viticoltura. Il vino bianco più rinomato è il ben noto Vugava di Vis, che si può degustare in un sacco di ristoranti e cantine dell'isola.

 

Luoghi di interesse, isola di Vis:

Ci sono molti resti di attività umane risalenti a tempi antichissi: caserme, miniere e gallerie sotterranee (lunghe anche 70 km) che creano un misterioso labirinto sottoterra. Qui si trova un tunnel marino chiamato "aragosta", rifugio sottomarino lungo100m e relitti di navi militari.

Navigando a sud da Vis si vedrà l'isola disabitata di Ravnik. A 500 m dalla sua baia c'è la grotta Verde (Green Cove), una grotta che si dipinge del colore del mare grazie alla luce che penetra dal suo ingresso. Durante la seconda guerra mondiale è stata usata come rifugio per numerose imbarcazioni.

Komiza è una città portuale situata nella parte occidentale di Vis. Il porto si trova in un'ampia baia ben protetta dai venti orientali da quelli di nord-est, essendo aperta ad ovest e sud-ovest. Komiža si è affermata come la casa della pesca nell’Adriatico, confermata anche dal museo dei pescatori della città, situato nella vecchia torretta veneziana nella riva della città. L’antica tradizione marinaresca di Komiža è confermata ulteriormente dalla “falkuša”, una tipica imbarcazione in legno che si costruisce solo in questa città.

Vicino a Vis, un piccolo paradiso sorge dal mare: l’isola di Biševo. È famosa per le sue splendide spiagge sabbiose, l’incredibile vita marina e i fenomeni naturali unici. La costa di Biševo cosparsa da numerose insenature, la più famosa delle quali è la Grotta Azzurra (Blue Cave) nella baia Balun. L'ingresso sottomarino permette al sole di penetrare la con i suoi raggi e la luce che entra verso mezzogiorno riflette nel fondale bianco della roccia, illuminando la grotta di meravigliose tonalità di verde, argento e blu. L’ingresso alla Grotta Azzurra è possibile solo in una piccola barca in condizione metereologiche normali.


SHARE: