Rotta 3

GIORNO 1: Dubrovnik - Saplunara (Mljet)

Saplunara è una bellissima insenatura sabbiosa situata sulla costa sud-est di Mljet, che offre tranquille spiagge intorno alla baia. Alcuni punti non sono molto profondi, e si può ormeggiare fino a 2 m di profondità. È ben protetto da tutti i venti, tranne quelli del sud-ovest.

GIORNO 2: Saplunara - Skrivena luka (Lastovo)

Skrivena luka (Porto nascosto) prende il suo nome per la vicinanza al mare che rimane un po’ nascosta sulla costa. È situata all'estremità sud-est di Lastovo, si può ormeggiare al centro del suo golfo, fino a 15m di profondità. Ha un'eccellente protezione contro tutti i venti.

GIORNO 3: Skrivena Luka - Vela Luka (Korčula)

L'area di Vela Luka, sull'isola di Curzola reca testimonianze archeologiche di insediamenti già dal Paleolitico, e di popoli come gli Illiri, i Romani e l’antica popolazione slava.

La città di Vela Luka si trova alla fine di una baia lunga 9,2km, che offre ottimo riparo dalle intemperie. I viaggi sono organizzati più volte al giorno per raggiungere le numerose isole circostanti, tra cui le ben note Proizd e Ošjak.

GIORNO 4: Vela Luka - Palmižana

Al largo della costa sud-occidentale dell'isola di Hvar, c’è un gruppo di circa 20 isole e scogliere, noto come Pakleni Otoci (isole infernali). Pakleni Otoci è la bellezza naturale più illustre di Hvar. Isole boscose in mezzo al mare cristallino, innumerevoli spiagge appartate e fantastiche insenature isolate, baciate dal sole di Hvar.

Il miglior rifugio su Pakleni otoci è l'ACI marina di Palmižana sulla costa nord-orientale dell'isola di San Clemente, al riparo da tutti i venti. Tuttavia, con un forte vento del sud-ovest si può verificare una forte mareggiata

Palmižana è la località più antica e rinomata sull'isola di Hvar. E 'circondato da fitte pinete e altri tipi di vegetazione esotica.

GIORNO 5: Palmižana - Korčula (Korčula)

L'isola di Korcula è il gioiello dell'arcipelago Adriatico. L'isola è frastagliata con una serie di isole e insenature, e una attenzione particolare data alla sua rigogliosa vegetazione. Si può nuotare su molte spiagge, così come esplorare un fantastico mondo sommerso ricco di flora e fauna.

La città di Korcula è il centro storico e turistico di sua omonima isola: si tratta di una delle città medievali meglio conservate del Mediterraneo. Essa possiede anche una danza tipica, la Moreška, un ballo cavalleresco che si può trovare soltanto su questa bellissima isola.

La città di Korčula è anche considerata il luogo di nascita del più grande viaggiatore del mondo, Marco Polo, la cui casa natale si trova nel centro della città vecchia.

La Marina di Korčula si trova in una piccola insenatura ad est della città. Il suo versante settentrionale è protetto da un frangiflutti.

GIORNO 6: Korčula - Kobaš (Pelješac)

Uvala Kobas è una piccola insenatura a Stonski Kanal che nasconde un villaggio e un piccolo molo. Ci sono piccoli moli che punteggiano la baia, a cui è possibile attraccare fino alla profondità di 18 metri.

È ben protetto da tutti i venti tranne il vento del nord-est (bora).

GIORNO 7: Kobaš - Dubrovnik

La città di Dubrovnik, una volta il centro della Repubblica di Ragusa (antico nome italiano della città), che per un certo tempo ha gareggiato sulla parità di potenza con Venezia, è oggi uno dei più importanti centri turistici e storici sul mare Adriatico, così come il Mediterraneo.

Di gran lunga il modo migliore per vivere il vasto patrimonio culturale e storico di Dubrovnik è quello di percorrere le sue strade a piedi. Una passeggiata sul famoso Stradun, circondato da 2km di, vi porterà nel passato in mezzo a numerosi palazzi, chiese e vari luoghi che evidenziano la vasta gloria di Dubrovnik. Il suo nome è un po’ sinonimo di Croazia nel mondo, per questa ragione la popolazione aumenta di dieci volte durante l’estate.


SHARE: