Venti dell' Adriatico

L'intera parte orientale dell'Adriatico è ricca di variazioni climatiche, dove i venti sono ottimi per la navigazione a vela. Sin dai tempi antichi, la gente del posto ha sempre letto i segni della natura per conoscere e vivere il mare; pertanto, non sorprendetevi se chiedendo ad un pescatore locale, quale sarà la condizione meteo oggi, in serata o domani, o quali siti di ormeggio e di ancoraggio, lui saprà darvi sempre una risposta esatta.

La rosa dei venti dell'Adriatico è composta dallo Scirocco (vento da sud-est), Bura / Bora (vento del nord-est), Maestrale / Mistral (vento del nord-est), Ostro (vento da sud), Tramontana (vento da nord), Levante (vento da est). Indipendentemente da tutti questi venti dell'Adriatico, bisogna presetare particolare attenzione soprattutto alla Bora e allo Scirocco, e ci sono ottimi motivi per farlo: prima di tutto, il nostro obiettivo è quello di presentare i venti dell'Adriatico e li renderli riconoscibili per sfruttare la loro energia e poi per reagire tempestivamente alla loro formazione e raggiungere rapidamente un porto sicuro.

La Bora – il vento freddo dell’Adriatico

Come un vento freddo, la Bora scende verticalmente sulle pendici delle montagne costiere e si muove verso il mare. Si creano così nubi di polvere che riducono la visibilità. La Bura è conosciuta come un "tappo" di nuvole che sembrano trattenute dalle alte vette montuose - Velebit nel nord Adriatico, Mosor e Biokovo nel sud Adriatico. Raramente soffia per più di tre giorni. Quando la Bora è di origine locale, soffierà meno di un giorno. Dato che porta l'aria fredda e pesante, trova la sua strada verso il mare attraverso faglie montagna e tra le catene montuose più alte. La Bora soffia a raffiche, e quindi potrebbe essere molto pericolosa e inaspettata: se non hai mai incontrato la Bora finora, ti consigliamo di raggiungere il porto più vicino il prima possibile.

Le aree in cui si possono verificare le raffich di Bora più forti: la baia di Trieste, il Canale di Velebit (famosa la Bura di Senj), il canale Vinodolski, il Golfo di Novigrad, le aree intorno Sibenik, Spalato (in particolare Vrulja vicino a Omis), la costa di Makarska, le pianure di Biokovo , Zuljan Bay, la penisola di Peljesac, il fiume Neretva, la baia di Risan Boka. Al contrario, le aree dove soffia una Bora più mite sono: la costa occidentale dell'Istria, la zona sud di Biokovo che si estende verso Trogir, dalla costa di Poljice a Dugi Rat, così come la costa del Montenegro. In breve, si potrebbe dire che quando ci colline costiere sono inferiori ai 600 metri a più di 4 chilometri dalla costa, si verifica la Bora più mite.

Lo Scirocco – il vento caldo dell’Adriatico

Lo Scirocco è un vento da sud-est. Soffia attraverso l'Adriatico, quando un ciclone si sviluppa su tutta l'area adriatica. Essa porta nuvole e pioggia. La pressione dell'aria scende. Si sviluppa lentamente e di solito può essere notato due o tre giorni di anticipo. Di solito dura più della Bora, dai cinque ai sette giorni, e anche di più in inverno.

C'è la possibilità della cosiddetto secca dello Scirocco, quando soffia per un paio di giorni senza portare pioggia. A differenza della Bora, lo Scirocco è un vento costante che acquista gradualmente forza.

Il Maestrale

Il Maestrale è un vento "benevolo", gentile atteso dai marinai e in particolare da tutti coloro che amano la stagione estiva accarezzati dalla sua brezza. Il Maestrale è un vento che soffia tutti i giorni da nord-ovest ed è creato dalle differenze di temperatura tra la terraferma e il mare. È abbastanza frequente dalla primavera all'autunno ed è più forte in luglio e agosto.

Inizia di solito a soffiare intorno alle 9 -10 del mattino, raggiungendo la sua massima forza nel pomeriggio e si affievolisce al tramonto. Il Maestrale è generalmente più debole nel nord Adriatico che nel sud.

La Tramontana

Tramontana è il nome classico del vento del nord. La parola deriva dal latino vertus transmontanus - un vento che soffia (esce) attraverso le montagne. Questo nome per un vento del nord è ampiamente utilizzato in tutto il Mediterraneo. Si tratta di un vento freddo di forza moderata (ma con raffiche a volte forti), che si forma di solito con cielo limpido. Il suo aspetto annuncia bel tempo.

Il Levante

Il Levante è il vento dell’est. Il nome significa oriente, levante “da dove si leva (alza) il sole”, dal latino levare (elevare appunto). E 'spesso una vento moderato (raramente forte), che porta nuvole, umidità e precipitazioni.

L’Ostro

Ostro (o Mezzogiorno) è il nome comune del vento da sud. Il suo nome deriva dal latino Auster: sud. E 'descritto come un vento caldo e umido che di solito non dura a lungo, ma potrebbe raggiungere una notevole forza.

Il Libeccio

Libeccio è il vento Adriatico da sud-ovest descritto come Lebic o Garbin. Di solito è un vento secco e caldo, che sale attraverso l'Adriatico dopo lo Scirocco, quando il ciclone Mediterraneo che arriva dal mare raggiunge la costa occidentale e centrale della Croazia. Non dura a lungo, ma potrebbe avere raffiche violente. E 'particolarmente pericoloso a causa di onde pericolose e dall'aumento della superficie del mare in porti poco profondi che sono aperti a sud-ovest. Libeccio, Garbin, Grbin, Garbinada (da Gharbi arabo) è un vento sud-ovest (o da ovest sud-ovest), molto forte, improvviso e di breve durata. Può causare acque fangose, in caso di sabbia o ghiaia nelle spiagge.